integrazione tra offline e online

Marketing: l’importanza dell’integrazione tra offline e online

Nessun commento

La parola marketing non ha una vera e propria traduzione in italiano, ma la possiamo tradurre come l’attività di creare prodotti e servizi che hanno un mercato di riferimento e sono potenzialmente vendibili. È poi necessario rendere questi prodotti e servizi attraenti facendo pubblicità e comunicando in maniera trasversale sia attraverso i canali online che quelli offline.

Schematizzando possiamo dire che per OFFLINE sono da intendersi i canali fisici, mentre per ONLINE quelli digitali, ossia tramite il web.

Oggi si parla tanto di presenza digitale e di digital transformation, ed è giusto farlo, ma non è e non può essere l’unica dinamica che anima il marketing delle nostre aziende.

Il marketing online e offline nel settore ITS

Il nostro è un settore che, ancor più di tanti altri, non può più esimersi dal maturare la consapevolezza di integrare continuamente sia il canale dell’online che quello dell’offline. Che non significa mantenerli simultaneamente come due entità distinte e separate, ma di integrarle tra loro, creando opportunità nuove, uniche e redditizie.

Tanto per farti un esempio che può essere indicativo, quando progettiamo una campagna di marketing per far conoscere un nuovo servizio, una promozione o qualsiasi altro tipo di attività, dobbiamo concentrarci sul target cui facciamo riferimento. Un target che per il nostro settore può essere coinvolto sia tramite una sponsorizzata su Facebook (che può intercettare un trentaquattrenne che, navigando, stava aspettando proprio quell’offerta) che attraverso un volantino che il nostro tecnico può consegnare al momento della manutenzione.

Un marketing senza confini

La legittima e doverosa attenzione verso il digital non deve diventare una sbornia che faccia perdere di lucidità. Posso sembrare esagerato, ma la realtà che vedo molto spesso è proprio questa. Professionisti che credono che oggi tutto passi solo e soltanto per l’online e ignorano le enormi possibilità che l’offline ancora oggi ha e inevitabilmente continuerà ad avere.

Questo vale per tutti i settori, ma in maniera ancora più marcata per il nostro, nel quale il rapporto fisico con il cliente è parte stessa del nostro lavoro. A differenza di altre attività dove la vendita di un prodotto o di un servizio può avvenire a distanza o dove è il cliente che va, compra e torna a casa, nel nostro settore siamo noi che ci rechiamo nel domicilio del cliente sia per l’installazione che regolarmente per la manutenzione.

Soprattutto i controlli di routine sono un canale di marketing offline meraviglioso, un terreno fertile nel quale la qualità dell’offerta, ma anche l’abilità commerciale del tecnico, possono essere mezzi potenti ed efficaci per ottenere risultati straordinari. Risultati che qualsiasi ADS digitale si sogna, anche in rapporto ai costi minimi che abbiamo. Conosciamo il target, è il cliente che ci cerca per la manutenzione e sappiamo di cosa ha bisogno: perché sottovalutare, per non dire sprecare, tutto questo potenziale in nome di una digitalizzazione che è si doverosa, ma non è tutto?

Di contro c’è da considerare come concentrarsi solo sull’offline rappresenti un suicidio commerciale pauroso che non consiglio a nessuno. Per questo parlo di integrazione e di sviluppo di una strategia aziendale che tenga conto di tutte le armi di cui è in possesso. Come frecce all’interno della propria faretra: per fare centro è meglio averne di più da far scoccare che limitarsi solamente a una.

Ultimi post
Tags: Strategia aziendale

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu