decreto-fgas

FGas: l’evoluzione del mercato e delle aziende

Nessun commento

Quante volte mi avete sentito parlare di formazione e capacità di “stare sul pezzo” di quello che accade nel mondo?

Ecco oggi voglio proprio parlare di questo mondo nel quale ci troviamo a vivere non per nostra scelta. Non abbiamo deciso noi di venire al mondo e le condizioni del pianeta Terra le abbiamo ereditate da quanto fatto dalle generazioni precedenti. Se oggi voglio parlare della Terra, e ti chiedo la pazienza di ascoltarmi (leggermi) senza andare oltre con sufficienza, è perché il problema è serio. Dannatamente serio. E noi imprenditori, imprenditori del nostro settore, abbiamo una responsabilità enorme. Più di quanto possiamo immaginare.

I gas fluorurati e la lotta al cambiamento climatico

Da quanto tempo senti parlare di cambiamento climatico, ecologia, inquinamento e quant’altro? E quante volte, ancora, tutto ti è sembrato retorico e probabilmente inutile? Il problema è che non è così! La lotta al cambiamento climatico passa anche e soprattutto dalla gestione dei gas fluorurati, quelli con cui installatori e manutentori del settore ITS (noi o i nostri collaboratori) lavoriamo tutti i giorni. Ecco perché abbiamo un compito prezioso, fondamentale, di vitale importanza.

Partiamo da un dato evidente: l’impatto dei gas fluorurati sull’effetto serra è superiore a qualsiasi altro inquinante. Tradotto: il “materiale” con cui maneggiamo ogni giorno è nocivo, potenzialmente letale, per la sopravvivenza del pianeta. Sono esagerato? Non credo. Il mondo sta esaurendo sempre più la sua capacità di tollerare l’inquinamento che da secoli stiamo producendo e il fatto che non ci rendiamo conto del disastro immane a cui stiamo andando incontro non significa che il problema non c’è. Solo che è oltre il nostro naso che non lo vediamo. Ma continuando di questo passo anche ciò che ci appare lontano (e lontano non è) si rivelerà a noi in tutta la sua drammaticità. Ma allora sarà troppo tardi.

Il portale FGAS

Nel 2019 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto 146 del 16 novembre 2018 che, tra le altre cose, disciplina il Registro Nazionale Gas Fluorurati ad effetto serra. Questo registro nasce per diminuire sensibilmente la nostra attività illecita nei confronti dell’ambiente.

Parliamoci chiaro, inutile girarci intorno, ma in questo mondo dove sono protagonisti in tanti anche noi ricopriamo un RUOLO SOCIALE indispensabile.

Sostanzialmente il registro FGas si occupa di certificare le persone fisiche e le imprese che andranno a operare sugli impianti contenenti gas fluorurati, formarli correttamente e tracciare l’installazione, la manutenzione, la riparazione, l’assistenza, lo smaltimento e il recupero degli impianti contenenti questi gas in modo da avere una panoramica corretta e completa di una bomba a orologeria sulla quale siamo incoscientemente seduti sopra.

La banca dati gas F-GAS, infatti, consente di monitorare, tramite le comunicazioni telematiche, la vendita di gas fluorurati a effetto serra, delle apparecchiature contenenti detti gas e le attività di assistenza, manutenzione e smantellamento di ogni apparecchiatura. Lavorare nella legalità, ora più che mai, è una questione di sopravvivenza.

Cosa possiamo e dobbiamo fare

Te lo dico chiaramente: se pensi che l’unica cosa che dobbiamo fare è toglierci la preoccupazione di un nuovo patentino, un nuovo corso o una diversa gestione di ciò che di sbagliato facciamo siamo completamente fuori strada. Sono due i binari da seguire.

Il primo: capire che il mondo terracqueo è il nostro vicino di casa. Spesso, infatti, pensiamo che i nostri comportamenti non influiscono sul risultato finale e che le responsabilità siano da imputare solamente alle multinazionali o ad altri.

Secondo binario: essere evangelizzatori del cambiamento. Purtroppo bisogna scontrarsi con gli abusivi e contro colo che imperterriti continuano a disperdere gas refrigerante nell’ambiente. È un problema che conosciamo direttamente; non possiamo più chiudere un occhio e tollerare questo abuso. Ne va del nostro presente e del nostro futuro. Anche professionale. Perché solo lavorando bene e con dedizione possiamo assicurarci un ruolo credibile e autorevole nel mercato di domani.

Ultimi post
Tags: Normative

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu